Negli ultimi anni, "pubblicità self-service" è diventata una parola d'ordine popolare. In poche parole, la pubblicità self-service è qualsiasi tipo di pubblicità in cui il advertiser gestisce il suo budget, la creatività e l'esecuzione della campagna. La pubblicità self-service è un modo semplice e a basso costo per far crescere il tuo business.

Può essere applicato a qualsiasi tipo di pubblicità in cui advertiser non ha bisogno di trattare direttamente con un editore. Invece, advertiser usa una piattaforma self-service per gestire le sue campagne pubblicitarie da una posizione senza alcuna interazione da parte dell'editore.

Daremo uno sguardo più da vicino alla pubblicità self-service in questo articolo, così come le differenze tra self-serve e servizi gestiti.

Cos'è la pubblicità self-service?

La pubblicità self-service è un metodo per acquistare, creare e pubblicare annunci su piattaforme di pubblicazione senza la necessità di interazione umana. Sta diventando una forma popolare di pubblicità digitale, e di solito è conveniente perché non richiede alcun coinvolgimento umano.

Una transazione pubblicitaria self-serve consiste in due parti: il proprietario della piattaforma o l'editore che vende pubblicità sulla piattaforma self-serve, e advertiser che acquista spazi pubblicitari dall'editore attraverso la piattaforma self-serve.

Per aumentare l'efficienza del business e tagliare i costi, gli editori hanno abbracciato il tema della trasformazione digitale e hanno iniziato a sviluppare piattaforme self-service.

Ma quali sono le differenze tra un servizio gestito e una piattaforma self-service?

Con programmatic advertising, gli inserzionisti hanno a disposizione molte opzioni per rivolgersi al pubblico specifico che desiderano, quando lo desiderano. Esistono due metodi per farlo: i servizi gestiti o il self-service. Per spiegare perché si dovrebbe utilizzare una piattaforma pubblicitaria self-service rispetto a un servizio gestito, è necessario innanzitutto riconoscere le quattro differenze chiave tra i due.

Trasparenza

Gli inserzionisti possono vedere quale inventario pubblicitario è disponibile in tempo reale con il self-service, e possono acquistare questo spazio pubblicitario direttamente dalla piattaforma self-service, dando loro completa trasparenza e controllo sui loro acquisti pubblicitari.

Con un servizio gestito, questo è un lusso che non è così accessibile. Gli inserzionisti non hanno visibilità in tempo reale sullo spazio pubblicitario disponibile o sull'inventario degli annunci a pagamento, il che spesso si traduce in una perdita di grandi posizionamenti pubblicitari e non hanno una prospettiva globale della pianificazione dei media.

Controllo completo

Su una piattaforma self-service, gli inserzionisti hanno un facile accesso alle loro campagne e possono apportare modifiche in tempo reale, come i cambiamenti creativi degli annunci, le regolazioni di targeting, il budget e le regolazioni delle offerte, per citarne solo alcune. Per non parlare del fatto che hanno una visione a 360 gradi di tutti i loro dati in un'unica piattaforma.

Con un servizio gestito, advertiser riceve i report delle campagne dal media strategist che lavora per l'editore. Questo è dispendioso in termini di tempo per gli editori, ma è anche inefficiente per advertiser, poiché i dati ricevuti nel report sono spesso "vecchi" e i cambiamenti non vengono fatti sulla base di informazioni in tempo reale.

Tempi di consegna più rapidi

L'opzione di gestire l'intera campagna in-house è un grande vantaggio per gli inserzionisti. Con una piattaforma self-service, il team delle operazioni pubblicitarie ha tutte le conoscenze e l'accesso a tutti i dati della campagna di cui ha bisogno, riducendo il tempo necessario per apportare modifiche alla campagna.

Poiché gli editori hanno a che fare con molte richieste da parte degli inserzionisti su base giornaliera, ci sono generalmente ritardi tra quando advertiser riceve i dati della campagna e quando l'editore ha il tempo di effettuare le modifiche con un servizio gestito. Di conseguenza, importanti budget di campagna vengono spesi in strategie inefficaci per advertiser, come identificato nel report della campagna.

Costi ridotti

Le campagne sono più convenienti per gli inserzionisti perché sono auto-efficienti e gestiscono le proprie campagne utilizzando una piattaforma self-service.

Mentre con un servizio gestito, il advertiser pagherà all'editore un costo minimo, e il budget importante della campagna verrebbe sprecato in metodi improduttivi come i ritardi negli aggiornamenti della campagna. Per non parlare del tempo speso in corrispondenza con l'editore.

Di conseguenza, i vantaggi advertiser dell'uso di piattaforme pubblicitarie self-service superano le sfide dell'uso di servizi gestiti. Con molti inserzionisti che si allontanano dai servizi gestiti verso le piattaforme self-service.

In che modo la pandemia ha ulteriormente spostato gli inserzionisti verso la pubblicità self-service?

Il panorama pubblicitario è cambiato quando la pandemia ha colpito. Gli editori si sono resi conto che avere un team di vendita che concorda i contatti e lavora attraverso il processo di ordinazione con gli inserzionisti non è efficace dal punto di vista dei costi, e può avere un impatto negativo sull'ottimizzazione e sul reporting perché i dati non sono ospitati in un unico sistema. Hanno riconosciuto che l'ottimizzazione delle operazioni rende il lavoro con qualsiasi advertiser, specialmente quelli più piccoli, più facile e più conveniente. I team di Ad ops passano molto tempo a comunicare con gli inserzionisti, e una soluzione che aiuti a ridurre questo, in particolare quando si lavora con gli inserzionisti più piccoli, aiuterà l'editore ad aumentare l'efficienza.

Gli editori sono stati in grado di ridurre drasticamente il lavoro manuale utilizzando il self-service, poiché il personale delle operazioni pubblicitarie non deve più popolare manualmente i sistemi di vendita, approvare i progetti o preparare e consegnare i rapporti agli inserzionisti. I team delle operazioni pubblicitarie hanno ora il tempo di concentrarsi su responsabilità di più alto livello come lo snellimento dell'azienda e l'aumento delle entrate per l'editore.

Conclusione

L'adozione della pubblicità self-service continuerà probabilmente a crescere fino al 2021 e oltre. Ci si aspetta che più inserzionisti passino a questo metodo economico di pubblicità. Portando a più editori raccogliendo i benefici di investire in tecnologia pubblicitaria self-service, che si tradurrà in un aumento delle entrate. La pubblicità self-service è un settore della pubblicità che sarà uno da guardare nei prossimi anni per vedere come le piattaforme si evolvono in parallelo con l'industria.

Per saperne di più, leggi l'ultima versione della piattaformaADvendio Self-Service.