La pubblicità si è evoluta ad un ritmo esponenziale negli ultimi anni. Dalla pubblicità tradizionale alla pubblicità digitale, ci sono sempre nuove tendenze che sorgono per i commercianti per tenere il passo. Con il costante cambiamento nella tecnologia, è difficile rimanere in cima a tutti gli ultimi sviluppi che accadono nella pubblicità. Ecco perché abbiamo raccolto 5 previsioni di tecnologia pubblicitaria che dovresti conoscere per il 2022.

La fine dei cookie di terze parti

Icookie di terze parti sono collocati da un sito web di terze parti come Facebook o Google sul sito web che stai visitando. Queste aziende possono quindi tenere traccia della tua cronologia di navigazione e venderla agli inserzionisti che vogliono indirizzare i loro prodotti o servizi a te.

Tuttavia, con la fine dei cookie di terze parti, gli editori e gli inserzionisti in rapida ascesa sono ora costretti a riconsiderare il loro approccio alla pubblicità digitale. Al fine di ottenere intuizioni significative sul loro pubblico di riferimento, gli editori stanno sempre più ricorrendo a fonti di dati di prima parte come i database dei clienti e il monitoraggio comportamentale online per garantire che il loro flusso di entrate pubblicitarie non sia massicciamente colpito quando i cookie di terze parti non ci saranno più.

Non è chiaro quando questo cambiamento sarà completamente implementato; tuttavia, ora è il momento per gli editori di iniziare a pianificare la futura fine dei cookie di terze parti, in modo che questo cambiamento non abbia un impatto significativo sulla loro azienda una volta che sarà completamente implementato. Questa è senza dubbio una tendenza che tutti nell'industria dei media guarderanno da vicino quest'anno.

L'AI sarà più presente nella pubblicità

L'intelligenza artificiale è già utilizzata nelle campagne pubblicitarie oggi, ma continuerà a crescere in importanza nel 2022. L'IA è usata per analizzare grandi quantità di dati in modo rapido ed efficiente con un minimo intervento umano che è perfetto per gli inserzionisti che sono costantemente impegnati. L'IA è stata in grado di indirizzare i segmenti di clienti in modo più accurato di quanto gli umani siano stati in grado di fare in passato, il che porta gli inserzionisti ad avere maggiore successo con meno dollari di marketing spesi in campagne inefficaci.

Nel 2022, l'AI sarà in grado di tracciare i consumatori meglio che mai, il che significa che gli annunci saranno più rilevanti. Significa anche che gli algoritmi mostreranno contenuti basati sulle esigenze specifiche dei consumatori, il che renderà un'esperienza più personalizzata per il consumatore, migliorando i tassi di conversione per il advertiser. I consumatori sono abituati a interagire con l'AI nella loro vita quotidiana, che lo sappiano o no, quindi l'AI più presente nella pubblicità non sembrerà loro fuori luogo quest'anno.

Le app basate sull'abbonamento sono qui per restare

L'ascesa delle app basate su abbonamento è in movimento da quando aziende come Netflix, Spotify e HBO hanno iniziato il loro viaggio per affidarsi agli abbonamenti invece che alla pubblicità. Secondo uno studio completato da Consumer Reports, le persone sono più propense a pagare per i servizi che usano spesso che per la pubblicità.

Nel 2021, c'è stato un aumento significativo di persone che hanno sottoscritto pacchetti di abbonamento a causa della pandemia. Alle persone è stato chiesto di rimanere a casa e stavano cercando modi per intrattenere se stessi e le loro famiglie, così hanno iniziato a sottoscrivere diversi abbonamenti a Netflix e app di intrattenimento simili. Da quando hanno provato queste applicazioni durante questo periodo, i consumatori ora le preferiscono per la convenienza e la varietà che forniscono.

Queste app permettono alle aziende di rivolgersi a utenti specifici con contenuti personalizzati che sono rilevanti e utili, promuovendo anche la consapevolezza del marchio. E con sempre più persone che cancellano i loro pacchetti via cavo ogni anno, non è sorprendente che tutti i tipi di app stiano iniziando a fare affidamento sugli abbonamenti come flusso di entrate. Ci si può aspettare che questa tendenza continui nel futuro.

Tuttavia, vale la pena notare che il mercato degli abbonamenti sta diventando saturo, e le aziende non dovrebbero essere troppo tranquille perché i clienti possono facilmente cancellare i loro abbonamenti e passare a un concorrente se non sentono che stanno ottenendo un buon rapporto qualità-prezzo o se vedono concorrenti con pacchetti migliori.

Il CTV continua a crescere

Con la crescita delle app basate su abbonamento nel 2022, anche la CTV è destinata ad aumentare di popolarità, con una spesa per la CTV negli Stati Uniti che si prevede sarà di 6 miliardi di dollari nel 2022. Le persone passano più tempo fuori casa e scelgono di guardare contenuti on-demand online che possono avviare e interrompere quando vogliono. App come Netflix offrono una gratificazione immediata e sono più economiche dei metodi tradizionali di consegna dei contenuti.

Nel 2022, si prevede che le vendite di CTV supereranno le vendite di DVD, rendendolo una delle forme più popolari di media di intrattenimento. Gli inserzionisti che non hanno già incluso il CTV nei loro piani media buying per il 2022 dovrebbero considerarlo come un'opzione per trasformare i loro sforzi di marketing quest'anno.

La pubblicità OOH sta tornando in auge

La pubblicità Out of home ha subito un colpo nel 2020/2021 quando la gente è dovuta rimanere più a casa. La previsione che la pubblicità OOH sta tornando in auge si basa sulla tendenza dei consumatori a uscire di più e a rinunciare agli annunci. Con la pubblicità OOH, gli inserzionisti possono indirizzare il loro messaggio ai consumatori che sono disposti a guardare gli annunci.

Mentre può essere difficile da eseguire, la pubblicità OOH offre anche alcune caratteristiche uniche che il marketing digitale non può offrire. Per prima cosa, è meno costosa delle tecniche pubblicitarie tradizionali come gli spot televisivi o gli annunci sui giornali. Offre anche più varietà nella creatività e nel contenuto dei media rispetto agli annunci digitali. Con le opzioni di pubblicità OOH come cartelloni, panchine degli autobus, o altri spazi fisici, non ci sono limiti in quello che si può fare con il vostro messaggio per il vostro prodotto o servizio.

Questa tendenza della tecnologia pubblicitaria significa che gli inserzionisti devono reintrodurre la pubblicità OOH nei loro piani 2022 per essere visibili dove sono i loro consumatori.

Conclusione

Le cinque previsioni delineate in questo articolo sono destinate ad aiutare l'industria dei media a crescere ulteriormente nel 2022 e siamo entusiasti di vedere l'esatto impatto che avranno su questo mercato in rapida evoluzione. Monitoreremo da vicino come gli editori e gli inserzionisti si adattano ai cambiamenti che saranno portati dalla fine dei cookie di terze parti e non vediamo l'ora di vedere le innovazioni che emergono da questa transizione verso un futuro senza cookie.